fbpx
Giovedì, 23 Dicembre 2021 09:35

Growth Hacking - Cos'è e come funziona?

Growth Hacking - Cos'è e come funziona? Facciamo un punto

Per poter dare una definizione quanto più "semplice" possibile su cosa sia il Growth Hacking possiamo parlare di "sperimentazione rapida"

In che senso?

Il Growth Hacker sperimenta per tempi brevi la promozione/viralità dei propri contenuti e dei propri prodotti/servizi su tutti i canali web e social idonei in modo tale da fare un confronto e vedere sin da subito quali sono i canali vincenti.

Il Growth hacking utilizza come contenuti da promuovere articoli, video, funnel per acquisizione contatti, vendita diretta di prodotti; in questo modo è possibile valutare sin da subito con cosa gli utenti interagiscono maggiormente, in modo da concentrarsi sulla migliore strategia per quella base vincente rispetto le altre.

Lo scopo del Growth Hacking, in parole povere, è quello di amplificare un messaggio, rendendolo virale, per un breve periodo; inizia e finisce.

A differenza della strategia di Marketing completa che prevede si l'amplificazione di un messaggio, ma come inizia dovrà continuare a lungo termine, non avrà una fine. 

Questo lavoro di sperimentazione coinvolge l'intero business e tutte le figure associate (Imprenditore, Marketer, Webmaster...); un lavoro completo in Team per trovare la migliore combinazione offerta-valore-percezione che può risultare vincente in termini di autorità e potenziali vendite.

Come lavora un Growth Hacker, in pratica?

Il primo passo per un buon lavoro di Growth Hacking è quello di concentrarsi sul prodotto o servizio da offrire e sul modo in cui questo viene percepito

  • Come si presenta
  • Funzionalità e vantaggi
  • Competitor per lo stesso prodotto o servizio
  • Fattore differenziante
  • Testimonianze

Una volta eseguita tale analisi, il lavoro prosegue rendendo il prodotto/servizio offerto più appetibile in termini di percezione.

Una volta sistemato il prodotto o servizio sulla base dei punti sopra, il Growth Hacker creerà l'accesso a tutte le informazioni a riguardo con eventuali possibilità anche per l'acquisto su qualunque canale web e social dove potenzialmente esiste un target interessato.

Il target potenzialmente interessato è un punto cruciale per la sperimentazione e la strategia definitiva

  • Chi sono?
  • Di cosa hanno bisogno?
  • Perché dovrebbero scegliere proprio te?
  • Quali sono le loro abitudini d'acquisto e sul web?

Una volta stabilito il proprio target bisogna lavorare sul messaggio pubblicitario creato ad hoc sulla base, appunto, delle loro esigenze e del problema che riusciremo a risolvergli.

  • Messaggio pubblicitario d'anteprima
  • Landing Page
  • Chiamate all'azione

Ogni aspetto del processo per acquisire un contatto con i potenziali clienti interessati deve essere creato su misura per attrarre l'utente a continuare tutti gli step per avere un contatto con l'azienda.

In questo modo, inizierà la sperimentazione in termini di reazioni e coinvolgimento, in modo tale da verificare quale canale ha il migliore target che porta più risultati.

Una volta ricevuti i contatti si agirà come da strategia di marketing, email ed sms, ovvero con contenuti di nutrimento e offerte pensate esclusivamente per chi ha rilasciato i propri dati in modo da incentivare un acquisto e rafforzare l'immagine dell'azienda.

Tutto ciò servirà, appunto, per vedere in maniera veloce come si evolve l'esperimento, come gli utenti interagiscono con i nostri contenuti, acquisizione di dati, vendite e fidelizzazione utente.

Ecco, quindi, gli step del lavoro del Growth Hacking in un riassunto:

  • Informazione e Offerte: Tramite articoli sul blog, sponsorizzate, post sui social, email ed sms per attirare il target potenzialmente interessato
  • Chiamate all'azione: Spingere gli utenti a compiere un'azione come una richiesta informazioni, un'iscrizione alla newsletter, il download di un'app...con lo scopo di acquisirne i dati
  • Fidelizzazione Clienti: Trasformare gli utenti che hanno compiuto per noi un'azione importante in "fedeli", ovvero pronti ad effettuare nuovi acquisti nel tempo
  • Referral: Fare in modo che i nostri fedeli possano parlare bene dell'azienda a parenti ed amici, questo porterà a potenziali nuovi clienti senza alcuno sforzo
  • Vendite: Fare in modo che il nostro target possa effettuare degli acquisti 

Potrebbe essere interessante implementare questa strategia di sperimentazione nel proprio Business, per vedere sin da subito, in maniera più pratica, come l'utenza si comporta e come percepisce il nostro lavoro.

I dati acquisiti tramite questa sperimentazione saranno ovviamente un "plus" per la strategia di Marketing completa, che prevede punti in più e un lavoro a lungo termine a differenza del Growth Hacking che solitamente si occupa di rendere "virale" un argomento/prodotto/servizio per tempi un po' più brevi.

Vuoi saperne di più del Growth Hacking per la tua strategia di Marketing? Contattaci senza alcun impegno, ti basterà cliccare qui.